Concordia

C:UsersmassimilianoDesktopconcorsiconcordiasezione grande

 

Il progetto si propone di immaginare alternative alla rimozione della nave Costa Concordia
incagliata lungo la costa dell’isola del Giglio dopo il tragico incidente del 13 Gennaio 2012.

ANALISI DELLA SITUAZIONE ATTUALE

La nave incagliata, come un grande cetaceo arenato, diventa portatrice di angosce e curiosità,
ma il tempo porta a considerarla quasi parte dell’isola del Giglio e isola a sua volta,
una presenza con la quale gli abitanti dell’isola hanno dovuto imparare a convivere.

RELAZIONE DESCRITTIVA DELL’ INTERVENTO

Il progetto è stato concepito partendo dall’analisi dei rapporti tra l’isola di pietra e il colosso di ferro,
considerando la nuova isola come un grande guscio che attraverso un ribaltamento percettivo si trasforma in una isola concava,
immaginata come un “buco nell’acqua”. L’isola di ferro diventa simbolo e impronta della memoria,
restituisce all’isola del giglio la naturale conformazione del promontorio e al contempo mantiene il segno del passato,
provocando nello spettatore un senso di distorsione percettiva e di curiosità facendo immaginare la grande assenza.

DESCRIZIONE DELL’INTERVENTO STEP by STEP

 

C:UsersmassimilianoDesktopconcorsiconcordiasezione grande

 

La grande impronta lasciata dalla nave somiglierebbe quindi ad un vulcano spento,
la forma della parte immersa dello scafo diventa cratere e cessato il moto tumultuoso,
viene abbracciato dalla natura e la vegetazione spontanea lo riempie rendendolo un’ isola concava
simbolo di una rinascita attraverso la mutazione,
sublimando il rapporto tra l’isola naturale e l’isola artificiale nella consegna alla natura.

6_concordia_planimetria

C:UsersmassimilianoDesktopconcorsiconcordiasezione grande

 

C:UsersmassimilianoDesktopconcorsiconcordiasezione grande